Hegel a New York

Immagine

Se un concetto infido e scivoloso come quello di Volkgeist esiste, è per permetterci di fare macrosociologia da salotto, perché ci si possa dare un tono quando si dice che i francesi sono pieni di sé, i tedeschi hanno cominciato tutte le guerre e le socialdemocrazie scandinave sono troppo avanzate per come sono fatti gli italiani, e da noi non funzionerebbero mai. Per dare un po’ di spessore a quei luoghi comuni che tornano sempre utili, ad esempio, durante i Mondiali di calcio.

Eppure, talvolta capita di imbattersi in episodi che inevitabilmente ti ci fanno pensare, a quel concetto lì. Come quando ti basta un’inquadratura per capire se una serie tv è un poliziesco tedesco, un CSI americano o un Don Matteo italiano (quella strana mistura di stile, genere e “nazionalpopolare”), a volte leggendo due testi simili, che parlano della stessa cosa, magari anche più o meno negli stessi termini, capisci in fretta che uno – per dire – può essere solo americano, e l’altro solo europeo. E se ti domandi perché, ti viene da rispondere “Beh, è chiaro, no? Questo è più così, più cosà, sai com’è lo spirito americano, quell’altro invece è tipicamente europeo, più cosà e più così”. Come se, per l’appunto, ci fosse uno spirito del popolo che permeasse le persone e trasparisse da quello che dicono, e da come lo dicono.

Qualche giorno fa, probabilmente lo sapete, è morto Michael Hastings, giovane giornalista americano diventato famoso soprattutto per i suoi articoli sui casi McChrystal e Petraeus e considerato uno dei migliori della sua generazione.

Per celebrarlo, il Post ha ripubblicato un suo testo, originariamente apparso su Reddit, in cui Hastings offre 10 consigli a chi da grande voglia fare il giornalista.

Caso volle che, proprio pochi giorni prima, sullo stesso sito apparisse un post del peraltro direttore Luca Sofri, intitolato “Buoni consigli”, anch’esso dedicato a dispensare qualche suggerimento utile per chi a lavorare nel giornalismo vorrebbe provarci davvero.

Ecco, se uno legge i due pezzi, uno di seguito all’altro, l’impressione che ne ricava è proprio quella, di due spiriti del popolo diversi e per certi versi opposti che hanno deciso di dire la loro sul tema. Due spiriti del popolo che la pensano in modo profondamente diverso, ma non tanto sul giornalismo, quanto piuttosto (mi rendo conto che detto così suona un po’ ridicolo, e chiedo venia) sull’attitudine da coltivare verso gli obiettivi che ci si è posti, e sulla spinta da mantenere per raggiungerli.

Perché leggi i consigli di Sofri e il senso sotto sotto ti pare che sia “Non ce la fai, eh, però almeno quando ci provi dammi retta, fai così che se non altro fai bella figura”. Come se lo spirito franco e disilluso della vecchia Europa ti mettesse una mano sulla spalla, e col suo tono sincero ti spiegasse due cose sul concetto di aspettative ragionevoli e realistiche, scuotendo la testa insieme a te.

Poi invece leggi il pezzo di Hastings e ti viene il sospetto che voglia dire un’altra cosa, che il pensiero dietro sia diverso: “Sarà un casino, e quando non sarà un casino sarà una merda, ma ce la puoi fare. Non è detto, e le difficoltà saranno immense, ma ce la puoi fare”. E uno pensa al sogno americano, al suo senso profondo e autentico di futuro sempre possibile, sempre riscrivibile, di storia che si deve solo decidere, davvero, di far cominciare.

Non voglio farne una questione banale di ottimismo e pessimismo, e nemmeno voglio dire che i consigli di Hastings siano in qualche modo migliori di quelli di Sofri – anzi, la lista del peraltro direttore del Post, oltre ad essere più articolata ed estesa, offre dritte preziose su aspetti magari più periferici, ma per certi versi più spendibili rispetto ad un semplice “Fatevi un blog su un argomento interessante ed insolito, e scriveteci spesso”.

È l’impressione che i due pezzi ti lasciano, dopo averli letti, ad essere diversa. Uno ti fa ricalibrare i tuoi obiettivi, l’altro ti consegna un pezzetto di speranza.

Io non so quale sia meglio; ma credo che, quando parlano di “land of opportunity”, intendano qualcosa di simile.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...